Resiliente fioritura - Chiara Voltarel

Testi critici >>

Dal turbine tenebroso di un uragano si liberano nelle luci e colori di un’aurora boreale e, prima travolti, poi avvolti dolcemente, germogliano delicati petali. È la forza della vita, che riconosce la debolezza per affrontare le difficoltà e quasi magicamente, ritrova la capacità di sfidare le avversità, trasformare il dolore in coraggio e fiducia per superarsi e uscirne rafforzata: la resilienza.

La sua è una pittura carica di simbolismo, che si focalizza intorno alla natura, immensa fonte d’ispirazione. Una natura donatrice di vita e di nutrimento e la Madre Terra, protettrice delle energie primarie e grande genitrice di tutte le forme viventi. La terra viene definita nella Genesi “materia prima” e, da questa antica concezione della “terra madre” che forgia dalla propria sostanza tutte le forme viventi, uomo incluso, la terra è sorgente di vita, essa ci nutre, ci sostiene ed ha quella incredibile capacità di trasformare ciò che è impuro in bellissime creature viventi -fiori e piante-, con una generosità senza pari, anche dove sembrava essere negata qualsiasi esistenza.

Un nutrito corpus di opere colgono il momento della fioritura, uno spettacolo che vuole essere metafora e pretesto per esprimere pensieri, intensi sentimenti e forti emozioni. L’elemento figurativo, in questo caso tratto dal mondo naturale, si perde e armonizza nell’informale, creando delle visioni poetiche. Piante fluttuanti o in balia degli eventi, alberi o racemi con le forti radici, si curvano alle tensioni, ma trovano comunque la forza di germogliare e sbocciare. Elementi fitomorfi tanto delicati e pittoricamente raffinati da divenire eleganti arabeschi. (Serie delle Fioriture; L’albero della vita; Il buon gigante, Radici, Vanità). Possiamo scorgere suggestioni diverse. Uno sguardo è rivolto al Liberty non solo per la ripresa dell’elemento naturale e per il linguaggio caratterizzato in alcune opere dalle linea-forza, linea sinuosa, ma anche per il senso di leggerezza e per la cura dei particolari. Dipinti che colpiscono quindi oltre che per l’originalità, anche per l’innegabile bellezza dei soggetti, degli accostamenti cromatici tratti da una tavolozza accesa e per la delicatezza delle sfumature. Ma osservando queste opere riconosciamo anche un’inclinazione pittorica all’estetica romantica del sublime, per il modo in cui l’artista si pone di fronte alla natura, immensa ed infinita, consapevole della sua personale piccolezza.

È una pittura di sperimentazione e ricerca, in continua evoluzione, sia per i soggetti che seguitano a mutare e rinnovarsi cercando sempre nuove combinazioni, ma anche per la tecnica pittorica. Resta sempre forte la gestualità, è quasi sempre presente la pennellata incisiva e materica, ma a questa è associato un intervento di sottrazione con colature di varie sostanze, arrivando a far intravvedere la tela. Operazioni che creano effetti straordinari di luce che sembra sprigionarsi dall’interno del quadro, elementi che si liquefanno, che perdono peso o creano frammentarie texture.

Sono opere interiori, che sussurrano dolcemente e parlano di sentimenti, emozioni, ricordi, esperienze personali che si liberano nel gesto, nel lavoro a volte placido altre più tormentato. Ma in questo incantevole microcosmo si può scorgere l’intero universo.

Indietro

STAI USANDO UNA VERSIONE DATATA DI INTERNET EXPLORER!
IL SITO POTREBBE ESSERE VISUALIZZATO IN MODO NON CORRETTO

Per migliorare la tua navigazione ti consigliamo di
aggiornare internet explorer alla versione più recente.
Per una navigazione più sicura ti raccomandiamo Google Chrome, il browser veloce, sicuro e gratuito! Download Google Chrome