GALERIE DE L’ANGLE presenta Silvia Canton – PARIGI

Testi critici >>

L’artista e il suo amore per la natura.

E’ in questo santuario a cielo aperto, osservando il potere dei fiumi o la fragilità di un nido in equilibrio precario tra due rami, che Silvia Canton esplora l’architettura trascendentale del nostro mondo e il senso della nostra esistenza. Abbandonandosi all’immaginazione, racconta sulla tela bianca la sua esperienza, dove la delicatezza contrasta con i colori a volte violenti.

Questa libertà creativa non è però che apparente perché ogni tratto è in realtà attentamente pensato all’interno del suo racconto, dove il movimento esprime la potenza del sentimento, come ad esempio il tormento del colore. Il punto rosso-arancione acceso, elemento ricorrente in molti suoi dipinti, esprime la concentrazione di energia, l’esperienza, l’aspettativa e la paura. Un simbolo quindi della vita stessa.

Il lavoro di Silvia Canton è da scoprire come rilettura pittorica dello Sturm und Drang, movimento letterario che ha aperto la strada al romanticismo. I soggetti delle sue opere non si svelano immediatamente, ma toccano la sfera spirituale e, al di là dell’apparenza, portano sempre alla riflessione.

Indietro

STAI USANDO UNA VERSIONE DATATA DI INTERNET EXPLORER!
IL SITO POTREBBE ESSERE VISUALIZZATO IN MODO NON CORRETTO

Per migliorare la tua navigazione ti consigliamo di
aggiornare internet explorer alla versione più recente.
Per una navigazione più sicura ti raccomandiamo Google Chrome, il browser veloce, sicuro e gratuito! Download Google Chrome